KTM Duke 790: settecentonovanta motivi per comprarla

La KTM ha fatto debuttare il nuovo propulsore al salone di Milano 2016 sul prototipo della Duke 790, che subito ha raccolto il consenso degli appassionati. Al progetto Duke 790 hanno lavorato 250 persone, che hanno investito 111.111 ore di manodopera, e sviluppato il motore e la ciclistica con oltre 900.000 km di test su strada e 604.800 al banco, sfruttando 48 motori.

Una media che mancava nella gamma di Mattighofen, che pone il proprio focus su un motore completamente nuovo. Sofisticato, moderno, ricco di coppia, offre divertimento a motociclisti esperti e non.

La Duke 790 ha un design aggressivo, con linee tese e perfettamente plasmate sui canoni KTM.

Le finiture sono di alto livello, le plastiche ben verniciate. Bellissimi i fari a LED, come sulla Super Duke R, con luci diurne integrate, e il gruppo ottico posteriore, che è staccabile per l’impiego in pista. Il cruscotto TFT a colori è chiaro, ben leggibile.

 

Sulla Duke 790 ci si trova subito a proprio agio e sembra di salire su una moto di cubatura più piccola. La sella consente di toccare terra agevolmente anche a persone di statura più bassa. La triangolazione sella-pedane-manubrio accoglie bene il pilota senza costringerlo in posizioni forzate. Il manubrio molto vicino, la sella stretta, portano a guidare carichi in avanti come su una sportiva vera. Appena si può, è impossibile non spalancare il gas. Il motore è rapido nel prendere giri, è brillante e nervoso al punto giusto, come si addice ad una Duke di razza. Pulito nell'erogazione, corposo, allunga bene e spinge forte senza vibrazioni.

 

Nei cambi di direzione è rapidissima, sul misto un compasso. Precisa, è stabile se guida con dolcezza; permette di andare fortissimo limitando lo sforzo fisico e mentale. Le curve sono il pane di questa moto. Il comparto sospensioni è caratterizzato da unità non regolabili ma di qualità elevatissima.

Apprezzata dalla stampa mondiale di settore, farà sicuramente la felicità di chi ama la guida sportiva, ma affronta anche il traffico di tutti i giorni, di chi vuole l’agilità estrema di una delle naked più versatili ed emozionanti sul mercato.

I commenti sono chiusi

preloader